Le caratteristiche di un buon curriculum vitae

In un mercato del lavoro sempre più competitivo, un curriculum vitae ben strutturato è la chiave per arrivare al primo colloquio. Scopriamo insieme come fare un curriculum efficace che catturi l’attenzione dei selezionatori (o dei software ATS).

Scrivi un curriculum vitae chiaro e conciso

Il primo passo per un cv di successo è la chiarezza. Utilizza un formato pulito e organizzato, con titoli ben definiti e una struttura che faciliti la lettura. Ricorda: i selezionatori spesso dedicano solo pochi secondi a ciascun CV, quindi rendi le informazioni facilmente accessibili. Ecco alcuni suggerimenti:

  • può essere una buona idea quella di usare un template di Canva che suddivida le informazioni in zone ben definite a seconda dell’argomento e con colori diversi per distinguerle più facilmente.
  • non dilungarti troppo nelle descrizioni. Poche parole e keywords ben precise ti permetteranno di guadagnare spazio all’interno del file word (che poi andrà salvato in pdf).

Quali sono le caratteristiche di un cv efficace?

Personalizza il tuo CV in base al ruolo per cui ti candidi

Un errore comune è utilizzare lo stesso curriculum per ogni candidatura. Per aumentare le tue possibilità, personalizza il CV in base alla posizione per cui ti stai candidando, evidenziando esperienze e competenze rilevanti che corrispondano alle specifiche del ruolo. Inserisci all’interno del CV anche le parole chiave corrispondenti al ruolo per cui ti candidi: questo renderà il tuo curriculum appetibile soprattutto per i software ATS (Applicant tracking system).

Di cosa stiamo parlando? Molte aziende utilizzano dei sistemi di tracciamento dei candidati per velocizzare il processo di recruiting. Questi software eseguono una scansione del CV andando a confrontare le parole chiave in esso contenuto e confrontandole con quelle presenti all’interno della job description. Conoscere il loro funzionamento ti permetterà di costruire un CV efficace!


Le caratteristiche di un buon curriculum vitae

Focalizzati sulle competenze: le famose soft skills!

Non limitarti a elencare le tue esperienze lavorative, è fondamentale anche descrivere i risultati ottenuti e le competenze sviluppate. Questo approccio orientato ai risultati dimostra il tuo impatto potenziale per il futuro datore di lavoro. Molto spesso, infatti, una posizione lavorativa richiede minori competenze tecniche e maggiori soft skills (capacità relazionali e comportamentali), perciò il profilo ricercato verrà selezionato sulla base delle parole chiave che inserirà nel suo curriculum inerenti al proprio carattere e alle abilità relazionali.


Verifica sempre che le informazioni del tuo CV siano aggiornate e precise

Assicurati che tutte le informazioni nel tuo curriculum siano aggiornate, compresi i dati di contatto: un numero di telefono errato può costarti una potenziale opportunità. Verifica sempre che non ci siano errori di battitura o refusi grammaticali, altrimenti la figuraccia è dietro l’angolo! Se hai dei dubbi sulla costruzione di una frase in italiano fai prevalere la semplicità. A meno che tu non ti stia candidando per una posizione di copywriter o scrittore in generale, l’importante è far capire al recruiter un concetto, non serve strafare con i termini!


Inserisci all’interno del tuo CV le parole chiave del settore

Nel contesto attuale, molti datori di lavoro utilizzano software di scansione dei CV per filtrare i candidati (i software ATS di cui abbiamo parlato sopra). Includere parole chiave specifiche del settore, rilevanti per la posizione desiderata, aumenta la visibilità del tuo curriculum nel processo di selezione e permette anche al selezionatore umano di capire subito, a colpo d’occhio, quali sono le competenze tecniche e relazionali di un candidato. Ricordati che cercare lavoro è un impiego vero e proprio. Al giorno d’oggi la concorrenza è alta, quindi bisogna essere preparati!


Inizia con un breve profilo professionale

Inizia con un breve profilo professionale che riassuma chi sei, quali sono le tue principali competenze e qual è il tuo obiettivo professionale. Questa sezione serve a dare un’identità al tuo CV e a posizionarti come il candidato ideale. Se il tuo CV è troppo lungo e non hai la possibilità di inserire questa sezione allora utilizza la lettera di presentazione! In generale sarebbe preferibile inviare entrambi, perché hanno due funzioni diverse. Il curriculum spiega qual è il proprio vissuto educativo e professionale, la lettera di presentazione, invece, dovrebbe riportare la motivazione, ovvero perché dovrebbero scegliere proprio te! Non sai come rispondere a quest’ultima domanda? Allora prova a scrivere cosa ti ha spinto a candidarti proprio per quell’offerta.


Includi nel CV la formazione e le certificazioni

Oltre all’esperienza lavorativa, includi la tua formazione accademica, corsi di specializzazione e certificazioni, soprattutto se sono pertinenti al lavoro che stai cercando. Queste informazioni aggiungono valore al tuo profilo mostrando il tuo impegno nello sviluppo professionale. La sezione degli studi occupa troppo spazio? Allora ometti le esperienze formative più vecchie e dai spazio a quelle più recenti, sempre e comunque inerenti al lavoro per cui ti stai candidando.

 

Proattività dopo aver inviato il CV

Un segno di maturità e di interesse nei confronti di un’azienda è quello di richiamare o inviare una mail per chiedere a che punto è il processo di selezione. Non sempre si riceve una risposta ma può contribuire a lasciare un buon ricordo di sé e talvolta il proprio cv viene “rimesso in gioco” grazie ad una semplice telefonata.

Ricapitolando, quindi, ricordati di lavorare sul tuo curriculum seguendo gli otto punti che ti abbiamo elencato sopra e condisci il tutto con gentilezza e pazienza. Infine lavora su te stesso: accetta le delusioni e ricordati che trovare lavoro è un impiego vero e proprio e porta via tempo e risorse. Stabilisci degli obiettivi chiari nella tua mente e portali avanti con convinzione, vedrai che prima o poi daranno i loro frutti.


In bocca al lupo! 🙂


Ps: sei disoccupato/a e vuoi riqualificarti frequentando un corso di formazione con o senza tirocinio? Abbiamo tante opportunità per te, contattaci con l’apposito form qui sotto!