FORMAZIONE CONTINUA
DGR 231/2024

In un mondo in continuo cambiamento, la formazione continua rappresenta un pilastro fondamentale per le aziende che desiderino mantenere i propri dipendenti aggiornati sulle ultime innovazioni e pratiche del settore. Investire nella crescita professionale dei lavoratori non solo migliora le competenze individuali ma contribuisce significativamente alla competitività e alla produttività dell’impresa, garantendo al contempo una maggiore soddisfazione e motivazione del personale.

Il DGR 231/2024 è un’iniziativa volta a promuovere la formazione continua nelle aziende venete. Attraverso questa direttiva, si offre un supporto concreto per l’implementazione di programmi formativi che rispondano alle esigenze del mercato del lavoro in continua evoluzione. La formazione continua è presentata come una strategia essenziale per mantenere le aziende competitive, favorendo l’innovazione e migliorando la produttività attraverso lo sviluppo delle capacità professionali dei dipendenti.

DGR 231/2024 formazione continua

OBIETTIVI E FINALITÀ

DESTINATARI

SOGGETTI PROPONENTI

PARTNER OBBLIGATORI

TIPOLOGIE DI PROGETTI

TERMINI E SCADENZE

La direttiva mira a formare i dipendenti delle aziende venete, fornendo loro gli strumenti per affrontare i cambiamenti digitali e ambientali.

Tra gli obiettivi principali troviamo:

  • Incoraggiare la creazione di progetti che possano influire positivamente sull’economia locale e sul contesto economico della regione
  • Sostenere le imprese nell’abbracciare le trasformazioni digitali e sostenibili, elevando le skills dei loro dipendenti
  • Contrastare la carenza di personale specializzato
  • Garantire che i lavoratori sviluppino competenze adeguate, facendo in modo che le qualifiche acquisite siano in linea con i loro ruoli professionali.

I DESTINATARI DEL BANDO

Il bando è rivolto a:

  • Impiegati in aziende di vari settori (con le eccezioni elencate di seguito), con sede operativa nel territorio della regione e sotto regimi contrattuali definiti dalle leggi attuali
  • Proprietari di imprese e coadiuvanti
  • Liberi professionisti

Non possono essere inclusi come beneficiari coloro che sono impiegati in:

  • Aziende appartenenti al settore sanitario e dell’assistenza sociale
  • Imprese registrate nella Sezione A del sistema di classificazione delle attività economiche – Ateco
  • Enti di formazione, sia accreditati che non
  • Istituzioni pubbliche, associazioni ed entità di interesse pubblico, enti di diritto pubblico, anche sotto forma di società, come definiti dall’Art. 1, paragrafo 1, lettera e) dell’Allegato 1.1 riferito all’art. 13, paragrafo 6, del decreto legislativo 36/2023

QUALI SONO I SOGGETTI PROPONENTI?

Per questo avviso sono ammessi a candidatura:

  • Enti elencati secondo quanto stabilito dalla Legge Regionale n. 19 del 9 agosto 2002, che istituisce l’elenco degli enti di formazione accreditati nella regione per quanto concerne la Formazione Continua.
  • Aziende private con una sede legale o operativa nel territorio del Veneto, impegnate nella formazione del personale locale. Queste aziende hanno la possibilità di proporre solo progetti individuali della Linea B, ideati per incontrare le esigenze di formazione, aggiornamento professionale e adeguamento delle abilità dei loro impiegati.

Ogni ente o azienda che presenta una proposta può richiedere fino a un massimo di €400.000,00 per progetto.

Ogni progetto proposto deve necessariamente prevedere un investimento massimo di €4.000,00 per ogni partecipante, altrimenti non sarà considerato valido.

QUALI SONO I PARTNER OBBLIGATORI?

Per i progetti appartenenti alle Linea A e B:

Aziende private con almeno una sede operativa nel Veneto, nel caso in cui il progetto venga proposto da enti certificati.

Per i progetti appartenenti alla Linea A che prevedono l’istituzione di borse di studio per ricerca:

è necessario formare una collaborazione con università (sia statali che private), istituti di ricerca pubblici o enti scientifici. Questi partner saranno incaricati di fornire le borse di studio e di selezionare i beneficiari.

ECCO LE TIPOLOGIE DI PROGETTI

Regole Applicabili a Entrambe le Linee:

  • Ogni azienda può partecipare a un unico progetto
  • Premi per i progetti che includono azioni tra diverse imprese (per progetti che coinvolgono più aziende)
  • Premi per le collaborazioni tra aziende che non hanno ricevuto supporto in base alle delibere DGR n. 497/2021 e n. 1644/2022
  • Premi alla presentazione di uno schema di progetto

PROGETTI LINEA A


Progetti di Innovazione Digitale
e Tecnologica

I progetti inerenti alla Linea A dovranno presentare un budget totale che non sia inferiore a 200.000 euro e non ecceda i 220.000 euro.

Si concentreranno esclusivamente su iniziative che coinvolgono più aziende, con l’obiettivo di formare il personale in relazione all’ottimizzazione di prodotti o processi aziendali, seguendo queste linee guida:

– Sono inclusi tutti gli sforzi per definire e applicare innovazioni tecnologiche, sia di prodotto che di processo, all’interno delle aziende (questo include cambiamenti importanti in termini di tecniche, attrezzature o software)

– Sono esclusi i miglioramenti minori, l’incremento delle capacità produttive o di servizio che si ottengono aggiungendo attrezzature o sistemi logistici simili a quelli già utilizzati, la dismissione di processi, la semplice sostituzione o ampliamento di attrezzature, le variazioni indotte da fluttuazioni dei prezzi, la produzione su misura, l’adattamento a mercati locali, le modifiche stagionali periodiche e altri adattamenti ciclici, oltre alla commercializzazione di prodotti nuovi o significativamente migliorati.

La collaborazione con università, enti di ricerca e centri di competenza di elevata specializzazione selezionati dal MISE sarà valutata positivamente.
Ogni ente che propone un’idea può presentare soltanto un progetto per la Linea A.

I progetti della Linea A devono essere completati entro 12 mesi dall’inizio.

PROGETTI LINEA B


Progetti mono e pluri-aziendali per sviluppare le competenze dei lavoratori con focus sulla transizione digitale e verde

I progetti appartenenti alla Linea B devono presentare un budget compreso tra un minimo di 20.000 euro e un massimo di 75.000 euro.

Sia le iniziative uniche che quelle congiunte tra più aziende mirano a migliorare le competenze dei dipendenti, ponendo particolare enfasi sulle tematiche della sostenibilità ecologica e dell’innovazione digitale.

Questi progetti sono destinati alla formazione del personale meno qualificato per ridurre il divario tra le competenze possedute dai lavoratori e i ruoli che essi ricoprono, specialmente in risposta alle innovazioni tecnologiche implementate nelle aziende.

In questo contesto, si darà valore ai progetti che combinano in modo equilibrato azioni di formazione e supporto, finalizzati a soddisfare rapidamente le esigenze formative indicate dalle aziende.

I progetti di Linea B devono essere completati entro 6 mesi dalla data limite stabilita per l’inizio dei progetti.

TERMINI E SCADENZE

TEMPO SCADUTO! non è più possibile aderire a questo avviso.

Compila il form contatti per essere avvisato sui prossimi finanziamenti gratuiti per le imprese!

Condividi questa pagina:

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Twitter
Email

CONSORZIO EPIC Scrl – Consorzio per la Formazione e la Consulenza

Sede Legale: Via R. Zandonai, 6 – 30174 Venezia Mestre (VE) – Sede Operativa: Via del Lavoro, 4 – 35040 Boara Pisani (PD)

Tel. 0425 1573100 – email: info@consorzioepic.it

Sede di Venezia
Via R. Zandonai, 6
30174 Ve-Mestre
Tel. 041 8105863
venezia@consorzioepic.it

Sede di Padova e Rovigo
Via del Lavoro, 4
35040 Boara Pisani (PD)
Tel. 0425 485621
padova@consorzioepic.it

Sede di Treviso
Viale della Repubblica, 19/c
31020 Lancenigo di Villorba (TV)
Tel. 0422 424870
treviso@consorzioepic.it

Sede di Vicenza
Via Divisione Folgore 7/d
36100 Vicenza (VI)
Tel. 0444 929136
vicenza@consorzioepic.it